“Vendola doroteo a Bari, duro e puro a Roma”

“Intransigenza a Roma, condivisione a Bari. È incomprensibile la strategia di Nichi Vendola che punta il dito contro l’alleanza tra Renzi e Alfano, ma in Puglia ha un assessore ex Forza Italia che si riferisce al gruppo di Mario Mauro”.
“Se non conoscessimo la tradizione radicale del leader di Sel potremmo spiegarci la scelta pugliese come una nobile  contraddizione, ripensando alla teoria del superamento del proprio polo per allargare la fetta di consenso.
Tuttavia, se da un lato la nomina ad assessore di un Consigliere proveniente dal centrodestra potrebbe essere così spiegata, dall’altro ci impedisce di capire cosa ci sia di tanto insopportabile nella stessa operazione di Renzi.
Una stizza del governatore pugliese che lascia intravedere qualche interesse nazionale riaffiorato dopo un periodo di silenzio durante il quale Vendola avrà fatto i conti con i sondaggi sempre più ingenerosi con Sel.
È evidente che l’alleanza con gli alfaniani a Roma taglia le ali alle sue ambizioni: se venisse meno, per Sel si aprirebbero le porte del governo e soprattutto le posizioni di potere attualmente occupate.  Per Vendola, quindi, potrebbe così riprendere piede l’ipotesi di un Ministero da cui riuscirebbe a dare qualche input al suo partito oggi in caduta libera nelle percentuali elettorali.
Diversamente sarebbe difficile spiegare un comportamento tanto duale di chi ha una linea dura e pura nella politica nazionale, pur perdendo parlamentari ogni giorno, e di ampio respiro, quasi centrista anzi, dorotea in Puglia”.

Rispondi

© 2010 Dr Nicola Marmo. CF MRMNCL53A01285V