Presentata una interrogazione a risposta scritta su: “Affidamento fornitura in service per il Centro di Procreazione Medicale Assistita agli OO.RR. di Foggia”.

Prot. n.  215/SP                                                                                                          Bari,  3 dicembre 2013

Al Presidente del

Consiglio Regionale

S E D E

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Oggetto: Affidamento fornitura in service per il Centro di Procreazione Medicale Assistita agli OO.RR. di Foggia.

PREMESSO che:

con determinazione n. 1820 del 07/10/2013 l’Azienda Ospedaliero Universitaria OO.RR. di Foggia ha approvato una gara di appalto, attraverso una procedura aperta per la fornitura in service triennale, con opzione di rinnovo per altri due anni, di attrezzature, di beni di consumo, attività prestazionali professionali di Biologi e terreni di coltura per il centro PMA di III livello.

OSSERVATO che:

-          nel prospetto del bando di gara, alla sezione II: “oggetto dell’appalto”, punto II. 2) “Quantitativo o entità dell’appalto”, viene indicato l’importo a base d’asta dell’appalto in € 2.750.000,00 di cui:

  • € 650.000,00 nel quinquiennio per service apparecchiature;
  • € 650.000,00 nel quinquiennio per materiale di consumo e terreni di coltura;
  • € 1.500.000,00 nel quinquiennio per l’attività professionale dei Biologi.

-          da una attenta lettura e valutazione del “Disciplinare Tecnico attrezzature del Service” (all. 1), e da notizie recepite da addetti ai lavori, sembrerebbe che gli importi posti a base d’asta siano rappresentati in maniera piuttosto non veritiera ed esagerata in relazione ai singoli costi delle attrezzature necessarie, se da acquistare nuovi;

-          dall’analisi dei costi delle singole voci risulterebbe infatti il seguente quadro:

n. 2 termostati scalda provette € 1.700,00 X 2 = € 3.400,00;
n. 2 pompa per aspirazione € 3.500,00 X 2 = € 7.000,00;
n. 2 stazione di lavoro a flusso laminare € 10.000,00 X 2 = € 20.000,00
n. 1 cappa a flusso laminare verticale € 20.000,00 X 1 = € 20.000,00
n. 6 incubatore multigas € 8.000,00 X 6 = € 48.000,00
n. 1 stazione micromanipolazione per IMSI € 90.000,00 X 1 = 90.000,00
n. 1 tavolo antivibrazione per microiniezione € 2.000,00 X 1 = € 2.000,00
n. 2 centrifughe € 2.000,00 X 2 = € 4.000,00
n. 1 microscopio per seminologia € 3.000,00 X 1 = € 3.000,00
n. 3 termostati € 1.000,00 X 3 = € 3.000,00
n. 3 pipet AID € 1.000,00 X 3 = € 3.000,00
n. 1 sistema di criocongelamento € 4.000,00 X 1 = € 40.000,00
n. 12 contenitori di stoccaggio € 1.300,00 X 12 = € 15.600,00
n. 1 saldatrice per paillettes € 800,00 X 1 = € 800,00
Pipette Gilson n. 1 P200, n. 2 P100, n. 2 P20 = € 1.000,00
n. 1 stereomicroscopio € 8.000,00 X 1 = € 8.000,00
(se acquistati nuovi) € 268.800,00

-          nel “Disciplinare Tecnico Materiale di consumo” (all. 2), da un esame della descrizione del materiale e della quantità richiesta, per sostenere le attività annualmente previste per il Centro, occorrerebbero circa € 30.000,00;

-          nel “disciplinare Tecnico attività dei Biologi” (all. 3), è prevista la contemporanea presenza di almeno 2 biologi, per garantire la quantità di prestazioni nello stesso disciplinare elencato, che comporterebbe una spesa di € 4.000,00 a bilogo per 12 mesi, con una spesa annua complessiva, quindi, di € 96.000,00 (4.000X2X12=96.000).

CONSIDERATO che:

-          dalla ricognizione dell’entità delle somme da sostenere per l’ottimizzazione del servizio e della fornitura si ricava il seguente quadro:

Totale spese “Disciplinare tecnico attrezzature del Service di cui all’allegato 1 (se acquistati nuovi) € 268.800,00
Totale spese “Disciplinare Tecnico Materiale di consumo, di cui all’allegato 2: € 30.000,00 x 5 ANNI = € 150.000,00
Totale spese “Disciplinare Tecnico attività dei Biologi di cui all’allegato 3: € 96.000,00 X 5 anni =

€ 480.000,00

per un importo complessivo di € 898.800,00 a fronte di quello a base d’asta di € 2.700.000,00, così come predisposto nel Capitolato dall’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Foggia.

OSSERVATO, infine, che nel riepilogo dell’entità dell’appalto alla voce “ attività prestazionali di biologi” è prevista una spesa, nel quinquennio, di € 1.500.000,00  e che, attesa l’entità della spesa si sarebbe potuto procedere all’assunzione diretta di detto personale, attraverso un regolare bando, così come  avvenuto in altre realtà (vedi istituendo centro di PMA di Conversano), contenendo sicuramente questa voce di spesa.

Ciò posto, il sottoscritto Consigliere Regionale, interroga il Presidente della Giunta Regionale e l’Assessore alle Politiche della Salute per chiedere il controllo sulla correttezza del capitolato Speciale d’Appalto, adottato dall’A.O.U. Ospedali Riuniti di Foggia, relativo alla procedura aperta per la fornitura in service triennale, con opzione di rinnovo per altri due anni, di attrezzature, di beni di consumo, attività prestazionali professionali di Biologi e terreni di coltura per il centro PMA di III livello e, particolarmente, la legittimità dell’importo a base d’asta fissato in € 2.700.000,00.

Dott. Nicola Marmo

Rispondi

© 2010 Dr Nicola Marmo. CF MRMNCL53A01285V